Facciate

GLI INTERVENTI SULLE FACCIATE

Negli interventi che interessano facciate storiche, il rifacimento di spazi condominiali comuni e l’ampliamento di edifici esistenti il metodo seguito nella progettazione rispetta le caratteristiche storiche e tipologiche dell’edificio in modo che ci sia coerenza tra l’architettura preesistente e il nuovo intervento, pur con l’inserimento di particolari e materiali  tecnologicamente ed esteticamente contemporanei.

Le immagini riguardano alcuni interventi con diverse fasi: prima dell’intervento, durante il  cantiere e le fasi finali.

 

Edificio liberty inizio Novecento, Milano

Recupero di facciata storica e delle parti comuni. Sono state recuperate le parti ammalorate in cemento decorativo e, ove non era possibile, sono state ricostruite.

 

Edificio, Milano

Riqualificazione delle parti comuni e dell’ingresso di un edificio anni 50. Il portone esistente, tipico dell’epoca, in alluminio anodizzato, è stato sostituito da un portone in ferro e vetro arretrato rispetto al filo della facciata, in modo da ottenere un ingresso più riservato e una protezione dagli agenti atmosferici.

 

Edificio, Cortina d’Ampezzo (BL)

In questo restauro di facciata sono state mantenute le caratteristiche e i colori dell’edificio originario.

 

Edificio, Prato Ottesola (PC) (prima fase con arch. Luigia Dal Puppo)

In questo restauro di facciata è stato ricostruito un paramento in mattoni tipo “gelosino”, utilizzando mattoni di recupero e un legante a base di calce. Non essendo passante, come nella tradizione dei fienili, è stato necessario predisporre un fondo intonacato nel colore coerente con il laterizio.

Le parti di facciata intonacata sono realizzate con intonaci  a calce, tirati a frattazzo con mano irregolare per riprendere le tipologie storiche rurali.

 

Abitazione, Assago (MI)

Sono state realizzate una serra e una veranda per ampliare gli spazi abitativi.